Il gioco della battaglia navale ai tempi di Giulio Cesare

Sapevi che nel 46 a.C. a Campo Marzio si tennero le prime “neumachie”?

Le neumachie erano eventi spettacolari che riproducevano battaglie navali all’interno di bacini artificiali costruiti appositamente per l’evento.

Le battaglie navali più spettacolari furono realizzate da Augusto nel 2 d.C. nell’odierno rione di Trastevere (non si sa esattamente dove); per inscenare la battaglia di Salamina tra ateniesi e persiani l’imperatore face costruire un bacino munito di isola centrale (profondo 2 m e largo 1,5 km) e gradinate per gli spettatori, e impiegò una flotta di 30 triremi in tutto.

Le navi, che arrivavano in loco grazie a canali artificiali che collegavano il Tevere al bacino artificiale, mettevano in atto combattimenti spettacolari e sanguinosi, di cui non si hanno resti archeologici ma solo racconti.

Immagine

Raffigurazione di uno scontro tra imbarcazioni

Immagine

Veduta dall’alto del bacino artificiale costruito per l’evento

Roberta Sardo

Foto da: histoireoccidentale.wordpress.com, it.wikipedia.org